#RADDOPPIOFERROVIARIO

  
Leggo con estremo stupore che il Ministro Delrio ha definito “Non prioritario” il raddoppio della Ferrovia del Ponente ligure. La situazione è davvero incredibile. La Liguria è appesa in più parti ad un binario vecchio più di 100 anni, 

La linea Genova-Ventimiglia è lunga 147 km, 103 a doppio binario e 44 km a singolo binario. l’anno scorso, proprio in una parte di quei 44 km una piccola frana rischiò di tramutarsi in un disastro, un IC urtò i detriti, in un punto a picco sul mare nei pressi di Andora, tanta paura ma andò bene per i passeggeri, molto meno bene per i pendolari e i turisti che di fatto per settimane trovarono una REGIONE tagliata in DUE. 

Certo per il Governo, mangiare sul TERZO VALICO, costruendo da ZERO una linea è molto più redditizio, ma i pendolari e i turisti chi usano il treno ogni giorno ed ogni weekend per andare a lavoro e per raggiungere le località balneari sono esasperati.

La cosa più incredibile è che il raddoppio è quasi terminato, per esempio la tratta San Lorenzo al Mare-Andora doveva terminare nel 2016, ma oggi è ancora tutto in fase di stallo (http://www.infrastrutture.regione.liguria.it/index.php/component/bandiegare/infrastruttura/5-progettazione/3-raddoppio-tratta-san-lorenzo-andora.html)

Il tipico lavoro “all’italiana”.

Oggi la Liguria ha bisogno che quei 44 km di unico binario scendano a ZERO.
IL TRASPORTO PUBBLICO è una dei punti strategici, fondamentali per far muovere la nostra regione.

Vogliamo l’assalto di automobili nelle nostre cittadine? La Liguria ha bisogno di un trasporto pubblico di qualità ed efficiente, per generare lavoro, per togliere le automobili dalle strade, per togliere inquinamento, per togliere lo stress a chi ogni mattina deve andare a lavoro.

Il Ministro Delrio non ha capito nulla.

Se ti piace il post, condividilo. Grazie.