UNA POLTRONA PER DUE…

POLTRONA PER DUE

Incredibile, le elezioni Regionali Liguri stanno diventando il “laboratorio” della devastazione politica italiana (LORO)

Il PD è devastato, anche se lo nasconde bene, dopo la vergogna delle Primarie PD dove sono stati commessi brogli accertati con tanto di indagini del’antimafia, cinesi, cooperative, caricati su pullman e portati a votare. La Renzianissima Paita vince quindi le vergognose primarie liguri del Pd, le prime vittime, Cofferati, che lascia, lui che è uno dei fondatori proprio del PD. La “sinistra” ligure perde pezzi e fa acqua da tutte le parti, pezzi che se ne vanno, Paita minaccia i suoi e prende per il culo i cittadini fingendosi la “nuova” che avanza di prepotenza contro la vecchia politica, ci cui ricordo sempre, lei ne fa parte, lei ha autorizzato e sapeva quello che in questi 5 anni è uscito dal Governo Regionale.

Passiamo al centro destra. Oggi leggiamo di accordi tra Lega e Forza Italia per “spartirsi” le Regioni come se i cittadini fossero delle carte da gioco. Ti do un Veneto e tu mi dai due Regioni, questo sono questi signori. Attacchi frontali tra Toti e Rixi che di fatto oggi lottano non per il bene dei cittadini, ma per la poltrona, la solita poltrona. Chi può essere credibile in questo gioco malato? chi????

C’è poi il MoVimento 5 stelle, abbiamo mesi fa scelto online la nostra lista e la nostra candidata Presidente, non facciamo accordi di potere, non valutiamo di spartirci le poltrone, non capiamo neanche come sia possibile parlare di queste cose mentre la nostra Regione ha il più alto tasso di disoccupazione del NORD ITALIA, non capiamo come sia possibile discutere di queste cose quando abbiamo mafiosi, cooperative rosse che vivono e mangiano con i grandi appalti come il terzo valico, non capiamo come si fa a discutere di queste cose mentre la sanità pubblica è sempre più allo sbando, con ospedali che chiudono e liste d’attesa infinite, ticket sempre più salati, mezzi pubblici locali che viaggiano ormai con la mezz’ora di ritardo costante.

Noi siamo qui davanti a voi, non dobbiamo pensare a strategie di potere, ma solo pensare ai cittadini.

Pensateci prima di fidarvi ancora di loro….

A riveder le stelle…

Se ti piace il post, condividilo. Grazie.