SIAE 0 GIUSTIZIA 1

SIAE

Chi vende dispositivi o supporti di memorizzazione a “soggetti diversi da persone fisiche a fini manifestamente estranei a quelli della riproduzione per uso privato” dovrebbe essere esentato da qualsivoglia obbligo di pagamento del cosiddetto compenso per copia privata ovvero il compenso dovuto a fronte dell’eventualità che smartphone, tablet, pc, schede di memoria, hard disk ed ogni altro genere di dispositivo o supporto analogo sia utilizzato per fare una “copia privata” di un’opera audiovisiva ulteriore e diversa rispetto a quella acquistata…

SIAE e FRANCESCHINI incassano il DECISO NO dalla CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA per la questione Equo compenso.

Chissà se PD E SIAE ora diranno, CE LO CHIEDE L’EUROPA…noi intanto stiamo procedendo…e su SIAE a breve…ne vedrete delle belle…

Se ti piace il post, condividilo. Grazie.