PD LIGURIA: NUOVO PIANO RIFIUTI VARATO, SOTTERRARE E INCENERIRE, ECCO IL FUTURO.

PIANO PAITA

Ieri in consiglio regionale hanno approvato il nuovo piano dei rifiuti. Presentato in pompa magna dall’assessore Paita, candidata Presidente alle regionali, il piano si propone di ridurre la produzione dei rifiuti del 7% e di arrivare al 65% di differenziata nel 2020.

Sembra molto positivo, in realtà il vergognoso piano Paita nasconde tre insidie non da poco.

La prima: non esiste una strategia di chiusura, gestione e bonifica delle discariche. Si dice solo che verranno lentamente chiuse e sostituite da “impianti per il recupero energetico”.

La seconda: tra gli impianti per il recupero energetico, figurano anche gli INCENERITORI, ma ben si guarda di parlare di INCENERIMENTO dei rifiuti alle porte di una campagna elettorale.

Eppure intanto per risolvere l’emergenza Scarpino la Regione ha mandato i rifiuti all’inceneritore del Gerbido e il sindaco Capacci ha parlato recentemente di inceneritore. Anche sindaci di peso del PD in questi anni hanno parlato della necessità di “chiudere il ciclo dei rifiuti”.

La terza: l’obbiettivo del 65% in 5 anni è quantomeno ridicolo, visto che era già da raggiungere nel 2012.

Oggi siamo nel 2015 e la Liguria è la peggior regione del Nord (solo il Sud e il Lazio peggio di noi). Quindi non solo siamo in netto ritardo (cosa che ha comportato una condanna per danno erariale al sindaco di Recco), ma espone ancora una volta le tasche dei cittadini a costi importanti, visto che per altri 5 anni saremo sotto la soglia minima per legge.

Non hanno fatto nulla in 5 anni e oggi si propongono come i paladini della giustizia e della “buona politica”. Non avete idee, state provando a fregare ancora una volta i cittadini

Questo piano è una pagliacciata, una presa in giro e non porterà la Liguria fuori dal paleozoico dei rifiuti.

Nulla si crea e nulla si distrugge, incenerire e sotterrare inquinerà le falde e farà respirare veleni ai nostri figli.

La guerra è cominciata, più il PD andrà a raccontare palle ai cittadini liguri, più noi li andremo a smascherare.

Se ti piace il post, condividilo. Grazie.