MI RIVOLGO ALLA SINISTRA LIGURE…

LIGURIA CAMBIARE

Volevo iniziare questa “lettera aperta” premettendo che non voglio aggredire o accusare nessuno, ma solo scrivere i fatti ed esprimere mie opinioni personali. Fate Vobis…

Qual’è il confine tra destra e sinistra oggi? Gaber scrisse una canzone stupenda, mai così attuale.
Oggi ci troviamo “governati” da un Governo “di sinistra(?)” in cui, la maggioranza è in piedi grazie ad una legge elettorale incostituzionale, che ha assegnato un premio di maggioranza abnorme ad una coalizione (pd e sel in primis) dove, poco dopo l’insediamento Sel si è staccato passando in opposizione (facile così no?).
Dopo la silurata del PD a Bersani (forse perché era il più vicino all’idea di “sinistra”?) arriva Enrico Letta, e dopo uno tweet in cui Enrico doveva “stare sereno” arriva Matteo.
Il vincente, il “grande comunicatore”, il giovane rottamatore che non perde tempo in chiacchiere e fa subito un patto (del nazareno) con il grande nemico della sinistra vera e di tutti gli italiani onesti, SILVIO BERLUSCONI, vanno d’accordo, sono grandi amici e in due scrivono la legge elettorale in gran segreto e buttano giù i punti per le vergognose riforme Costituzionali.
Tutto il PD si cala le braghe, pronto a votare qualsiasi porcata che arriva da Renzi, La sinistra, quella dei miei genitori ha lottato, per avere dei diritti, come l’articolo 18, hanno lottato per il bene comune, hanno lottato. Oggi Renzi, ha cancellato l’articolo 18 con il suo JOBACT, ha detto no all’abolizione della legge fornero, ha detto no al taglio delle pensioni d’oro, ha detto si alle privatizzazioni, ha detto si alle grandi opere in mano al criminalità organizzata, e continuerà a dire si a tutto ciò che non aiuta i cittadini.

Il PD in Liguria con la Paita non ha perso tempo è ovviamente si è affiancato al “vincente Matteo”.
Avanti con le grandi opere che fanno lavorare qualche megamultinazionale e rifocillare le sempre affamate casse della criminalità organizzata, avanti con le solite promesse elettorali pre elezioni. Ma siete sempre gli stessi, Paita e Burlando sono sempre gli stessi seduti in quelle poltrone da 5 anni, in cui abbiamo subito alluvioni, un territorio che si sgretola sotto i nostri piedi. Non è accettabile che nel 2015 la maggior parte dei cittadini debba guardare le nuvole in cielo sempre con il terrore negli occhi.
Oggi il PD si sente vergine, gira nei circoli locali, fa selfie e tweet e promette ponti, strade, opere.

SIGNORI SIETE STATI SEDUTI LI 5 ANNI?
PERCHÈ NON AVETE FATTO NULLA E DOVETE PROMETTERLO ORA?

Non vi sto chiedendo di votare Movimento 5 stelle, sto dicendo di aprire gli occhi e non farvi fregare da questa gentaglia, sono sempre gli stessi, legati a tutti gli scandali regionali, indagati e soffocati dal potere.
Noi non siamo ne di destra ne di sinistra, noi siamo cittadini che lavorano per i cittadini, noi facciamo e proponiamo cose di buonsenso, che non hanno colore politico, sono semplicemente di buonsenso.

Veramente non prendete queste parole come offese, tengo solo alla mia regione, tengo a tutte quelle piccole medie aziende che ho visto e aiutato personalmente ad uscire dall’ennesima alluvione che ha devastato l’economia e la vita della nostra regione, tengo ai cittadini.

Meditate e valutate, a maggio abbiamo tutti una possibilità concreta di cambiare veramente e profondamente le cose.
Io voglio provarci, voglio cambiare drasticamente. Pensaci.

Se ti piace il post, condividilo. Grazie.